Oh luna, dolce luna…di Amos Mattio

Oh luna, dolce luna

luna palla, luna sorridente
mesta bianca, non parla, non mente
né frutti promette ma sente
l’addio sbiancato alla vita
la calce rovente che muore,
ribolle sommessa appesa a una nube
riflette un languore di menti assopite
divelte millanni, rapite, nel solco
fugace e sognante dai triti sapori.

Cangianti ricordi
notturni terrazzi d’estate,
sulle corde tese verso il mare
volavano più foschi i desideri:
salpare senza sosta… oh luna,
leggera, mormorii soffusi
incantano la sera, mesti
tra le nubi intrecciano un sospiro
a un sogno, a un presentimento.
Sofferente luna imporporata
che ascolta l’amante, del mare
le urla, chi sogna e vaneggia,
risale leggera, rispecchia
vermiglia un altro viaggio verso il cielo,
china lo sguardo timida e accoglie
fugace un’altra anima e arrossisce.

Amos Mattio-da “Bestie e dintorni”, LietoColle, 2004

luna, bianca, desideri, sogno, sera, anima, dolce

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...