“Quell’amarezza fu senza parola” “Mi ammalia ciò ch’è in voi saggio e perverso”…L’amarezza di Amalia Guglielminetti in due sonetti da “Le vergini folli” (con il link al capitolo dedicato alla poetessa in “ItalianSilhouettes”-1924)

Un’amarezza Quell’amarezza fu senza parola: ma l’assenzio ed il fiele ed il veleno, tutto ciò ch’è più amaro, dal mio seno saliva gorgogliando alla mia gola. L’angoscia che nessun bene […]

Leggi l'articolo →